ABITI ALL’ULTIMO PIANO E SEI STANCO DI PAGARE DI PIU’?: Ecco la soluzione

Il tuo appartamento si trova all’ultimo piano e sei stanco di pagare spese di riscaldamento più elevate rispetto al resto del condomino? La soluzione è l’isolamento…

L’isolamento dei sottotetti è una tematica che è diventata ancora più importante con la messa in vigore dell’obbligo dell’installazione dei sistemi di contabilizzazione e termoregolazione.

Questo perché chi abita in unità immobiliari confinanti con ambienti non climatizzati o con l’esterno avrà un fabbisogno di riscaldamento maggiore, determinata da una maggiore superficie disperdente, che si traduce in bollette più salate. La medesima situazione vale anche per gli appartamenti posti al piano terra che confinano con box/cantine.


  • TIPOLOGIE DI ISOLAMENTI PER SOTTOTETTI

Per isolare correttamente un sottotetto bisogna valutare attentamente molteplici aspetti con l’obbiettivo di trovare le migliori soluzioni al minor prezzo. Di seguito verranno elencate alcune tipologie di sottotetti e le relative tecnologie che più si prestano ad essere posate.

1) Sottotetti con muricci:

sottotetto_muricci

Questo genere di sottotetti sono caratterizzati da muricci per il sostegno della copertura sovrastante, che creano dei piccoli ambienti di difficile accesso. Queste caratteristiche rendono difficoltosa la posa in opera dei materiali isolanti in pannelli e/o in rotoli, poiché lo sfrido sarebbe eccessivo  le cure dei dettagli, come i risvolti negli angoli, diverrebbero difficoltose.

 

 

Per questo motivo, in questi casi, consigliamo l’utilizzo di materiali sciolti, che risultano molto più semplici da posare, da controllare e dalla totale assenza di materiali di sfrido. In questa tipologia di isolanti rientrano:

  • Lana di vetro in fiocchi ( λ= 0,045 – 0,035)
  • Cellulosa in fiocchi ( λ= 0,035 – 0,040)
  • Fibra di cellulosa ( λ= 0,035 – 0,040)
  • Fibre di legno ( λ= 0,045 – 0,055)
  • Pomice sfuso ( λ= 0,100 – 0,15)
  • Vetro cellulare in granuli ( λ= 0,08 – 0,10)
  • Perlite espansa ( λ= 0,05)
  • Sughero granulato ( λ= 0,045 – 0,075)

Ecco un isolamento di un sottotetto con muricci realizzato dal nostro studio

Foto 9
Foto 1
Foto 2
Foto 3
Foto 4
Foto 5
Foto 6
Foto 7
Foto 8

Hai già letto i nostri articoli:


2) Sottotetti senza muricci:

Questa tipologia di sottotetti, a differenza della precedente, è caratterizzata dall’assenza di muricci, questo determina un ambiente più libero, rendendo molto meno difficoltosa la posa in opera del materiale isolante. Per questo tipo di sottotetti infatti la scelta del materiale è molto varia, si può scegliere tra i materiali in pannelli o rotoli o anche tra materiali sciolti, poichè l’assenza dei muricci determina di conseguenza l’assenza di sfrido, consentendo una posa più libera dei materiali isolanti.

 

Esempio posa isolante in rotoli
Esempio posa isolante in rotoli

LE CARATTERISTICHE DA TENERE IN CONSIDERAZIONE PER LA SCELTA DEL MATERIALE PIU’ ADATTO SONO:

CONDUCIBILITÀ TERMICA (λ)

minore è questo valore e minore sarà lo spessore richiesto per raggiungere lo stesso grado di isolamento. Indirettamente questo dato determina il prezzo di un materiale, poichè λ bassi determinano minore quantità di materiale da utilizzare durante la posa. Questo però non è sempre vero, perché ciò che bisogna tenere in considerazione è anche il costo al mc rapportandolo con la quantità di materiale necessario.

COEFFICIENTE DI RITIRO DEL MATERIALE:

Questo coefficiente determina la diminuzione dello spessore del materiale nel tempo, e indirettamente della capacità isolante dello strato stesso. Inutile aggiungere che questo coefficiente debba essere il più piccolo possibile per una resa ottimale nel tempo.

 

Per qualsiasi domanda contattaci all’indirizzo e-mail ingegneriagalbusera@gmail.com oppure utilizza la sezione “CONTATTACI” di questo sito.

CLICCA SULL’IMMAGINE

download (1)

Copryright  © 2016 – Studio Ingegneria Galbusera – P.IVA 03488440136

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*