ECOBONUS E RISPARMIO ENERGETICO 2019

La legge 145 del 30/12/2018: Legge di bilancio per il 2019; ha aggiornato il quadro delle detrazioni fiscali.

IN BREVE

Le detrazioni sono un argomento articolato poiché coinvolgono il legislatore, l’ENEA che raccoglie le richieste e l’Agenzia Delle Entrate che cura l’aspetto fiscale.

Generalmente il soggetto che coordina tutti questi argomenti, che è chiamato ad avere una visione generale, è il professionista che segue la pratica.

SCHEMA DELLE PERCENTUALI IN VIGORE

Di seguito è proposto lo schema delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia.

In accordo con le modifiche date dalla legge di bilancio 2019 (legge n. 145) è possibile detrarre le spese sostenute dal 1° gennaio 2017.

La percentuale di detrazione varia in funzione del tipo di intervento effettuato, esistono interventi di riqualificazione energetica, interventi di ristrutturazione edilizia o interventi di riqualificazione sismica.

Di seguito la tabella.

Anit

 

REQUISITI PER L’ACCESSO ALLE DETRAZIONI

I requisiti per l’accesso alle detrazioni di efficienza energetica sono quelli indicati nei decreti attuativi del 2008 e del 2010; ad oggi non sono stati oggetto di modifica.

I requisiti di legge sono quindi simili a quelli usati per l’accesso alle detrazioni.

Per poter accedere alle detrazioni del 50% dell’IRPEF per le ristrutturazioni edilizie è necessario ricadere nei casi previsti dal DPR 917 del 1986; tra questi sono previsti gli interventi di contenimento dell’inquinamento acustico e le opere finalizzate al risparmio energetico.

Dal 2018 per quasi tutti gli interventi per accedere alle detrazioni è obbligatorio informare l’ENEA tramite il portale predisposto.

ENEA: CONTROLLI E MONITORAGGIO

L’ente ENEA ha l’obbligo ministeriale definito dal DM 11 maggio 2018 di controllo sulle condizioni di fruizione delle detrazioni fiscali per le spese sostenute.

I controlli sono effettuati a campione tenendo conto della maggiore aliquota raggiungibile, della spesa più elevata e delle criticità in relazione ai requisiti di accesso ai massimi costi unitari.

L’esito del controllo di ENEA viene trasmetto all’Agenzia delle Entrate, che valuta l’eventuale decadenza del beneficio. ENEA ha l’obbligo di controllo sul 3% delle richieste di detrazione effettuate.

face
download (1)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*