RISTRUTTURAZIONI EDILI: Obbligatorio comunicare ad ENEA per accedere alla detrazione fiscale

Da settembre sarà obbligatorio comunicare ad ENEA per accedere alla detrazione fiscale per i lavori fatti nel 2018:

La comunicazione ad Enea 2018 è una procedura diventata obbligatoria, per chi intende avvalersi delle detrazioni fiscali. L’obbligo della comunicazione non è più solo per i lavori risparmio energetico bensi per ogni tipo di ristrutturazione conclusa entro il 2018.

Comunicazione Enea: 

La comunicazione ad Enea è un adempimento che i cittadini, imprese e comdomini, devono espletare al fine di usufruire delle detrazioni ad essi riservate. L’apposita comunicazione, è inviabile entro e non oltre i 90 giorni dal termine dei lavori. Dal 1 gennaio 2018, per effetto della nuova legge di bilancio la comunicazione ad enea, per lavori di ristrutturazione, è obbligatoria qualora si volesse usufruire della detrazione fiscale. Inoltre l’obbligo decorre dal mese di settembre 2018. La comunicazione deve essere compilata e trasmessa esclusivamente online dal sito ufficiale; entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Devono essere allegati i documenti con la sintesi dei lavori, l’attestato di conformità dell’intervento e l’attestazione energetica. Il contribuente deve accedere, previa registrazione, cosi da poter compilare e trasmettere online la comunicazione con gli allegati sopracitati. Nel caso in cui non si voglia fare la registrazione è possibile rivolgersi ad un professionista che provvederà all’avvio della pratica di detrazione. La documentazione deve pero essere firmata e conservata dal contribuente, quando sarà predisposto da ENEA.

 

Scadenza e Comunicazione:

La scadenza della comunicazione ENEA 2018, cioè il termine entro cui il cittadino, l’impresa o il condominio deve compilare ed inviare online la Comunicazione ENEA nel 2018 è entro 90 giorni dalla data di fine lavori. La comunicazione è diventata obbligatoria dal 2018 anche per interventi di ristrutturazione edilizia, le cui spese beneficiano della detrazione del 50%. Dall’inizio di settembre sarà possibile inizializzare la pratica di detrazione, dopo l’apertura dell’apposito portale, dalla quale decorreranno i 90 giorni entro i quali inviare la comunicazione.

 

Compilazione ed invio:

Il contribuente deve indicare nelle varie sezioni della comunicazione online ad Enea, i seguenti dati:

  • Dati anagrafici del beneficiario;
  • Informazioni relative all’immobile oggetto di intervento;
  • Tipologia di intervento.

 

Enea ha predisposto un vademecum attraverso il quale è possibile visualizzare una scheda con i requisiti tecnici richiesti.

 

Altri interventi ammessi:

I serramenti e bonus infissi, schermature solari (es. bonus tende o zanzariere), le caldaie a biomassa ed a condensazione classe A, prevedono una detrazione del 50%.

Per i bonus caldaie a condensazione A+ con sistema di termoregolazione, generatori di aria calda a condensazione, pompe di calore, scaldacqua a PDC, coimbetazione involucro, collettori solari, generatori ibridi, sistemi building automation e per i microgeneratori è prevista una detrazione del 65%.

Per gli interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente) è prevista una detrazione del 70%.

Per gli interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente + qualità media dell’involucro) è prevista una detrazione del 75%.

Per gli interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente + riduzione 1 classe rischio sismico) è prevista una detrazione del 80%.

Per gli interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente + riduzione 2 o più classi rischio sismico) è prevista una detrazione del 85%.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*